venerdì 8 novembre 2019

APPLICHIAMO IL METODO SPERIMENTALE


Oggi, per provare ad applicare il metodo sperimentale,dovevamo osservare questa figura da una certa distanza.


Le linee rosse sembravano un po’ curvate.
Allora, per verificare se erano curve o era un’illusione ottica, abbiamo misurato la distanza che separa una linea dall’altra con un righello.



Abbiamo visto che la distanza era sempre la stessa.

Alla fine abbiamo concluso che le linee rosse sono tutte parallele.



Dopo abbiamo lavorato con altre figure in due gruppi.








Le  illusioni ottiche sono immagini che ingannano la nostra vista.


Il cervello fa scherzi divertenti ai nostri occhi 
e ci fa vedere le cose diversamente
 da come sono nella realtà.

Oggi abbiamo applicato il metodo sperimentale, ripetuto le linee 
e usato il righello:
queste immagini sono tutte illusioni ottiche!





mercoledì 6 novembre 2019

CARTE GEOGRAFICHE NELLA STORIA

Lezione sulle carte geografiche del passato.

275 a.C – 195 a.C
Fu Eratostene ad introdurre il termine GEOGRAFIA con il significato di descrizione della Terra.
Può essere considerato il fondatore della geografia matematica.
Compilò una mappa dell'intero mondo conosciuto usando le coordinate sferiche:  LATITUDINE e LONGITUDINE.
La carta del mondo di Eratostene
Anno 547 a.C.
Per lungo tempo l'uomo ha ritenuto la Terra di forma piatta.
Non solo le grandi civiltà mesopotamiche fiorite nella Mezzaluna Fertile, ma anche i primi filosofi greci ignorarono la sfericità della Terra.
Per alcuni filosofi come  Talete  e Anassimandro la Terra aveva la forma di un cilindro appiattito che galleggiava «come un pezzo di legno o qualcosa di simile» sulle acque del Grande Oceano.


Secondo altri filosofi sembra che Pitagora fu il primo a ipotizzare che la Terra avesse una forma sferica.


Secondo altre fonti la scoperta della sfericità della Terra è dovuta a Parmenide.

Anno 200 d.C.

TOLOMEO
Geografo greco vissuto nel II secolo d.C.
Intuì la forma sferica della Terra e la disegnò su un papiro.

Quella di Tolomeo fu una grande intuizione.
Oggi, grazie alla tecnologia e ai suoi progressi i cartografi possono rappresentare qualsiasi territorio, senza doverlo visitare, grazie alle fotografie satellitari.  

martedì 5 novembre 2019

GIORNATA DELL'UNITÀ NAZIONALE E DELLE FORZE ARMATE

Ieri abbiamo completato il nostro lavoro 
sulle giornate del 4 novembre.
Avevamo fatto tutti il disegno della vignetta 
di Vauro Senesi perchè ci è piaciuta tantissimo:  
abbiamo scelto quella di Cigno.viola per il cartellone.
Giovedì Mago.rosso aveva disegnato 
l'altare della Patria ...
... Pony.giallo aveva ricopiato il testo 
del nostro lavoro. 
Ieri, tutti abbiamo scritto al pc delle frasi sul concetto di Patria...

... abbiamo sistemato la formazione 
delle FRECCE TRICOLORE...
... i nostri testi...
... per attaccare al muro il nostro lavoro.



mercoledì 30 ottobre 2019

L'ESPLORAZIONE VIRTUALE DELLO SPAZIO GEOGRAFICO

Oggi, cominciando a studiare la rappresentazione del territorio, per approfondire la nostra curiosità sui satelliti artificiali, abbiamo lavorato nel blog,  per apprendere in che modo i satelliti raccolgono dati importanti per gli studiosi attraverso l'esplorazione virtuale dello spazio geografico .

LA STAZIONE SPAZIALE INTERNAZIONALE ISS



La Stazione Spaziale Internazionale (ISS) è nata dalla collaborazione tra cinque agenzie spaziali:
la canadese (CSA)
l'europea (ESA)
la giapponese (JAXA )
l'agenzia russa (RKA)
l'agenzia statunitense (NASA).

La ISS si trova a circa 400 km sopra la superficie della Terra .
Grande quanto un campo da calcio, orbita intorno alla Terra per 16 volte a una velocità di oltre 28.000 mila km/ora  e pesa circa  480.000 Kg .



Transito della Stazione Spaziale Internazionale sull'Italia


Luca Parmitano, astronauta italiano, 

il 28 maggio 2013  è partito per il suo primo viaggio nello spazio a bordo della ISS dove è rimasto fino a novembre dello stesso anno. 



Per conoscere, approfondire, giocare 
visitiamo il sito ESA KIDS




UNA MERENDA SANA NELLO SPAZIO